Condividi le Tue Necessità

Il blog di interiorBE

28
Mar

Consigli per arredare la casa in stile classico

Quando si entra in un ambiente dallo stile classico, la sensazione è quella di essere ospiti in una casa gentilizia dalle antiche e nobili origini, in cui ogni elemento, dal pavimento al soffitto, risponde ai criteri di tradizione, grandezza, nel senso proprio delle dimensioni, e squisita ricercatezza. Lo stile classico si riconosce immediatamente: mobili dal sapore retrò, intarsi, tanto legno, divani imbottiti oltremisura, in grado di trasmettere ospitalità e calore senza incutere severità.
Per seguire questo stile, bisogna partire dai fondamentali: la scelta del pavimento non può essere casuale ma orientarsi tra marmo, sia nei toni del rosso, del marrone o dell’avorio, e il parquet. Le pareti richiedono un color crema; è ammessa una tonalità più scura solo nel caso in cui il pavimento sia molto chiaro.

soggiorno in stile classico

Per la zona giorno, nessun dubbio! Principi incontrastati sono i mobili in legno massiccio, preferibilmente dalle forme bombate o dalle linee morbide e sinuose: dire legno è riduttivo, perché anche la tipologia è fondamentale per colore, qualità ed effetto. L’attributo costante per i mobili è “grande”! Ci sono elementi di arredo immancabili, come le vetrinette che custodiscono argenteria o porcellane di pregio, i divani imbottiti impreziositi da qualche tocco dorato. I complementi d’arredo sono realizzati in cristallo, in oro, in argento, in porcellana finissima. L’illuminazione è multiforme ma sempre ricercata: lampadari in cristallo, abat-jour con paralumi in tessuti pregiati, lampade da parete rifinite in ogni dettaglio. Le tende, riccamente drappeggiate, sono in seta, in broccato, in velluto.

 in stile classico

La cucina riscatta lo stile da quest’aura aristocratica: in legno, laccata in bianco, avorio, champagne oppure in muratura, vi si fondono eleganza e semplicità. Non è affollata di accessori e decorazioni perché solitamente è adibita alla sola preparazione dei pasti, essendo prevista la sala da pranzo in luogo apposito. Piuttosto, gli elettrodomestici sono nascosti, come il frigorifero, in appositi armadi classici. Anche i lavelli, i rubinetti e l’illuminazione non sono esentati dall’esigenza di eleganza.

cucina in stile classico

Solennità è la parola per definire la camera da letto, ricca di specchi, cornici dorate, armadi, comodini in legno intarsiato o decorato, con protagonista la testiera del letto. Non di rado troveremo la zona toilette, una cassapanca e un salottino.
Anche il bagno è particolarmente ricco di dettagli sofisticati: mobile in legno per il lavandino personalizzato con pomelli in porcellana. Domina il bianco, il rosa antico o champagne che danno all’ambiente, rispettivamente, un effetto elegante, romantico o più frizzante. Linee arrotondate protagoniste.

bagno in stile classico


La trappola per chi faccia da sé è di cadere nell’eccesso che può far risultare il tutto ingombrante e caotico, ridondante e addirittura autocelebrativo. Invece, lo stile classico autentico permette di rendere una casa una reggia dove equilibrio ed armonia sono i veri padroni di casa.

 

Se non volete sbagliare e non avete tempo da perdere, affidatevi ai nostri Professionisti InteriorBe! Non indugiare oltre: affidaci i tuoi sogni e ottieni anche tu la casa da sogno che hai sempre desiderato!
Compila il modulo di richiesta.

21
Mar

Come rinnovare la vostra cameretta

Tutta la casa si evolve con la famiglia che ospita: in questo senso, è proprio un essere che respira, un abito sartoriale, si spera, da indossare con agio e orgoglio proprio perché modellato su di sé.
L’ambiente che certamente non sfugge a questa legge è la cameretta dei bambini: lo stesso letto, che prima era culla, è la più evidente manifestazione di autonomia e crescita dei piccoli che col tempo manifesteranno nuovi bisogni (una scrivania, una libreria, un armadio più capiente oltre a spazi più grandi) e ripudieranno all’improvviso ciò che del loro ambiente intimo è stato troppo improntato a fantasie, cartoni animati e beniamini dell’infanzia. Un genitore lo sa: l’unica scelta è cambiare!

arredare cameretta

Il termine corretto è rivisitare: si può passare da un arredamento infantile a uno al passo con le ultime tendenze senza il rischio di sbagliare coinvolgendo i diretti interessati, soprattutto se adolescenti, che ci aiuteranno, nel loro interesse, a dare il tocco di originalità che manca perché la loro camera sia pienamente espressione della loro personalità.
Prima di tutto, il letto: la tendenza è quella di preferire per le ragazze colori neutri o il bianco, perché saranno altri arredi ad essere il centro focale della stanza; per i ragazzi i toni del grigio o comunque ispirati a motivi geometrici o grafici. Essendo l’età della condivisione piena con i propri coetanei, provvedere a un letto in più, magari estraibile o divano letto, per ospitare la migliore amica non sarà una scelta infondata.

arredare cameretta

Molta attenzione alla tappezzeria e alla carta da parati, alle tende e ai rivestimenti delle poltroncine e dei divani (l’adolescenza porta tanti amici in casa!): a seconda della personalità, motivi floreali o geometrici, ispirati alle passioni dei propri figli, non necessariamente in tinta con tappeti e cuscini riusciranno nell’opera di rinnovamento e risulteranno ancora più originali se le decorazioni saranno a muro. Proprio gli hobby, le passioni e i nuovi eroi dei nostri figli potranno diventare veri e propri elementi di arredo.

arredare cameretta

Altri complementi graditi alle ragazze sono una toilette da trucco per le amanti del make up e cornici dai colori sgargianti per raccogliere i momenti più emozionanti. Questi potranno essere reinventati da precedenti mobili: un riciclo creativo di comodini troppo piccoli che possono diventare librerie, sgabelli, rinnovati con semplice découpage.

arredare cameretta

La vita da grandi sarà svolta in gran parte alla scrivania: perciò, attenzione a che sia grande per ospitare anche l’inseparabile pc, dotata di molti cassetti laterali, sovrastata da mensole che possano raccogliere i libri nel caso in cui lo spazio sia poco per una libreria. Qual è la prova del nove per verificare che le scelte dei mobili e la loro disposizione sia stata un successo? L’ordine! Questo è il vero test a prova di architetto e di adolescente.

Scommetto che Voi, come genitori, siete completamente oberati da mille impegni e comunque non volete sbagliare con i Vostri figli… Che ne dite allora di affidarVi ai nostri Professionisti InteriorBe?!

Non indugiare oltre: da 9 euro al metro quadro puoi avere anche Tu la cameretta da sogno che i Tuoi figli meritano!

Compila il modulo di richiesta e ti aiuteremo noi.

16
Mar

50 shades of white: perchè siamo tutti innamorati di una casa total white!

Ancora pazze per “50 Sfumature di Nero”?
Forse possiamo farvi cambiare idea!

Nell’interior design, una scelta vincente è sempre il bianco: riposa lo sguardo, illumina e amplia gli spazi, ma soprattutto non passerà mai di moda. Un ambiente total white dona eleganza e luminosità, lasciando spazio a personalizzazione e improvvisazione.

Scopri di più sul progetto attico e superattico di interiorBe qui, sogna con noi!

Ammettiamolo, siamo tutti un po’ ossessionati da quelle foto di perfetti appartamenti total white che vediamo su Pinterest…

Una delle sue qualità è quella di sposarsi con tutti gli stili decorativi, poichè è estremamente versatile e in grado di “alleggerire” l’ambiente. Si tratta davvero di un must dello stile minimal, una delle tonalità più utilizzate negli arredamenti scandinavi, ma è anche super attuale ed elegante in abitazioni dallo stile classico o classico-moderno (sì, parliamo del trend del momento).

I consigli non sono finiti qui!

Inizia ora a creare il tuo rifugio total white! Scopri la nostra selezione dei prodotti LoveTheSign usa il codice InteriorBe per avere il 10% di sconto.

Bianco, bianco e bianco. Scopri di più su Stylight

E se anche il tuo ami come noi il total white, se sogni una casa da magazine condividi con noi le tue necessità e riceverai la migliore soluzione per progettare, arredare o semplicemente rinnovare la tua casa per renderla una casa da copertina!

Compila anche tu la tua richiesta 

14
Mar

Idee per arredare la cucina

Che sia a vista, con isola centrale, in legno o in acciaio, fusa con l’ambiente soggiorno, angolo dove preparare i pasti e poterli condividere allegramente, senza cucina non c’è casa! Infatti, anche se non si è cuochi provetti e non si conoscono tutti i segreti di quest’arte, quantomeno non si può non riconoscere che in cucina si celebra l’unità e l’ospitalità di una casa.
Anche questo spazio, perciò, non sfugge alla necessità dell’arredamento, attraverso il quale semplici accessori ed elettrodomestici prendono corpo, anima e personalità.

Vuoi saperne di più su questa cucina? E’ una dei nostri modelli preferiti! Scrivici a: clienti@interiorbe.com

Per arredare una cucina bisogna partire dalle sue dimensioni e dagli elettrodomestici indispensabili per poterne fruire nel modo più funzionale possibile. Dopodiché, in base allo spazio, potremmo ben presto progettare la disposizione della cucina: la più diffusa è quella lineare che, fondendosi con il soggiorno, si estende in orizzontale lungo la parete a disposizione, in cui trovano spazio dispense ed elettrodomestici in un blocco unico; la disposizione ad L è la soluzione ideale e pratica per chi ha necessità di risparmiare spazio, di cui l’estremizzazione è la forma a U, tipica degli appartamenti di poche metrature.

Invece, la proposta per coloro che trascorrono molto tempo in cucina e che dispongono di molto spazio, cade sulla cucina con isola, utile come piano di lavoro, piano cottura, come contenitore per riporvi utensili e accessori o come tavolo per la colazione su cui andranno collocati i punti luce. Intorno all’isola, diamo sfogo alla fantasia scegliendo tinte e trame particolari per i cuscini delle sedie per soddisfare, in parte, anche il desiderio di personalità.
Il materiale, senza dubbio, imprime l’anima alla cucina: caldo e accogliente se di legno vivo, più freddo e pulito nelle linee e nella praticità se di acciaio. Sono prediletti, in genere, i colori neutri, ma per dovere di cronaca precisiamo che qua e là resistono colori più incisivi come il nero e il rosso nel caso si sia fortunati possessori di un ampio ambiente cucina.
E per il piano cottura? I fornelli a induzione sono l’ultimo ritrovato tecnologico e una benedizione per chi cucina, vista la praticità nella pulizia. Il forno è un jolly da poter collocare all’altezza preferita, così come il frigo, da poter celare in un armadio apposito o da esporre alla vista per il suo ricercato design moderno.

Ti sei innamorato di questo modello di cucina? Scrivici a: clienti@interiorbe.com

L’ultimo tocco spetta alla personalizzazione! Mettiamo in mostra sugli scaffali o nelle dispense le tazze, i piatti, le brocche acquistate durante i viaggi. Anche gli attrezzi del mestiere, lasciati sul piano di lavoro, saranno parte viva dell’arredamento.

E non tralasciamo il pavimento! Anche per le cucine piccole, che si integrano con gli ambienti circostanti per necessità, una pavimentazione in maiolica o porcellana, oltre a garantire durevolezza, riesce a circoscrivere con gusto gli spazi e a dare carattere e colore all’ambiente. In ultimo, non disdegniamo un po’ di verde in cucina: creare dei ripiani con vasi esposti alla luce dove seminare le erbe aromatiche e le spezie aiuta l’estetica dell’ambiente e la qualità dei piatti!

idee arredare cucina

Se non volete sbagliare e non avete tempo da perdere, affidatevi ai nostri Professionisti InteriorBe! Non indugiare oltre: da 9 euro al metro quadro puoi avere anche tu la casa da sogno che hai sempre desiderato!

Compila il modulo di richiesta.

07
Mar

Consigli per arredare una casa piccola

Talvolta le dimensioni della propria casa sono così ridotte rispetto alle aspettative da convincerci che invece di un interior designer, sarebbe auspicabile rivolgerci a un mago prestigiatore per l’incantesimo insperato. Proprio in questi casi, invece, si possono ottenere grandi soddisfazioni riuscendo, con una guida esperta, a immettere in uno spazio piccolo tutto ciò di cui abbiamo bisogno per una serena e funzionale vivibilità. Ciò è possibile sfruttando, grazie ad arredi su misura, quegli spazi che altrimenti non sarebbero tenuti in conto, come l’altezza e la lunghezza delle pareti e utilizzando accessori, come gli specchi, in grado di creare illusioni ottiche di ampliamento.

Una casa piccola, però, ha anche dei pregi: la sua efficienza energetica, il risparmio in termini di riscaldamento, e soprattutto il fatto che negli arredi non troverà spazio nulla di superfluo. Il concetto di ordine è fondamentale e si ottiene considerando pochi mobili sobri, funzionali e selezionati colori dalle tinte neutre.
Più lo spazio è piccolo, più è d’obbligo progettare ambienti aperti, eliminando pareti e tramezzi invasivi, cosicché anche l’ingresso, per esempio, può essere semplicemente delimitato da una libreria o da un appendiabiti.

Giunti in soggiorno, ogni tipo di arredo deve farsi “furbo”: pieghevoli le sedie, estendibili o ripiegabili alla bisogna i tavoli, divani componibili o che si trasformano in letti per gli ospiti dell’ultima ora. Per l’immancabile televisore sarebbe comodo preferire un mobile in cui vi trovi collocazione come in una nicchia, per poter sfruttare, in questo modo, anche lo spazio al di sopra e al di sotto. Di grande effetto l’illuminazione orientabile, che consentirà di rendere meno ingombrato l’ambiente.
In cucina, è benvenuta la penisola, preferibilmente pieghevole, che da un lato consente di cucinare e di consumare pasti senza necessità del tavolo.

Per la camera da letto via libera a letti a soppalco, letti salvaspazio o letti con contenitore e, a meno che non sia indispensabile, divani-letto, letti a castello per i piccoli. Senza lasciarsi scoraggiare dalle scarse metrature, i comodini possono galleggiare in aria, configurandosi come mensole e gli armadi essere realizzati su misura per sfruttare tutto lo spazio a disposizione.

E per il bagno? Il consiglio è di utilizzare specchiere con contenitore, mensole in vetro, ripiani scavati all’interno delle pareti. Il lavandino sospeso consente di ricavare ulteriore spazio per inserire al di sotto mobili per saponi o asciugamani, e perché no?, una lavatrice.

Come avviene nella maggior parte dei casi, le dimensioni ridotte sono proprie degli appartamenti e in particolare di quelli collocati in centri storici, dove per compensare, i soffitti sono ampi, tali da permettere di progettare soppalchi, che spesso sono la zona notte della casa, mentre al di sotto può trovare spazio una scrivania o un guardaroba.
Non passa inosservata la scelta del colore delle pareti e del pavimento: tinte chiare sempre, ma per scampare alla noia meglio se intervallate da qualche brivido di colore.
Insomma, più la casa è piccola più c’è spazio per la fantasia!


Se non volete sbagliare e non avete tempo da perdere, affidatevi ai nostri Professionisti InteriorBe! Non indugiare oltre: da 9 euro al metro quadro puoi avere anche tu la casa da sogno che hai sempre desiderato! Compila il modulo di richiesta.

27
Feb

Arredare un fantastico soggiorno in stile classico moderno

Francesca, la nostra cliente, aveva bisogno di arredare il suo nuovo soggiorno in stile classico moderno! E questo è lo splendido risultato!

Nel soggiorno del nuovo appartamento dove ha appena traslocato aveva la necessità di ricavare una zona studio, un angolo lettura, una zona pranzo ed una relax/tv.

JULDIS K. interior designer di interiorBe, è stata la progettista perfetta per le necessità di Francesca!

“L’architettura è davvero benessere. Penso che la gente voglia sentirsi bene in uno spazio … Da un lato si tratta di un riparo, dall’altro si tratta anche di un piacere.” (Zaha Hadid)

Francesca ci ha espresso la volontà di mantenere alcuni dei bellissimi arredi già in suo possesso:  due divani in pelle nera, un tavolo in radica e una credenza sempre in radica .


Lo stile classico moderno, un trend del 2017!

Uno stile glamour e chic, perfetto se associato a tonalità soft e colori pastello. Tipici della tendenza sono i rosa e le tonalità dei grigi.

Trova anche tu lo stile più adatto al tuo progetto, scegli subito il pacchetto che fa per te e inizia a creare la tua nuova casa da sogno!

Condividi con noi quello di cui hai bisogno, QUI!

Lascia che il tuo professionista progetti i tuoi spazi basandosi sulle tue necessità: questo è essenziale per creare un ambiente dove sarai davvero a tuo agio! Tutti noi vogliamo rientrare da lunghissime giornate di lavoro e pensare: finalmente sono a casa! Francesca ha realizzato, ad esempio, il suo desiderio: realizzare all’interno del proprio living da sogno… un angolo ufficio!

Progettare lo spazio con interiorBe ti permetterà di vedere immediatamente la trasformazione dei tuoi ambienti! Potrai capire, come in questo caso, se la scelta migliore è inserire in soggiorno una libreria su misura oppure un elegante camino!

I consigli di un esperto architetto o designer di interni possono fare la differenza, affidati ai nostri professionisti per non sbagliare!

Devi rinnovare, ristrutturare o semplicemente rendere migliore la tua casa? 

Compila il modulo e chiedici un parere.

21
Feb

Come rinnovare la vostra taverna

Ne la chiesa coi santi, e in taverna coi ghiottoni: se lo dice Dante un fondo di verità ci sarà. La taverna, infatti, che si contraddistingue notoriamente per lo stile rustico, è anche il luogo perfetto per il relax e per godere dei piaceri della tavola e degli amici in particolar modo.
Anche se è sinonimo di trattoria e di osteria, la taverna è sempre più modellabile in base al proprio stile di vita.
La sua caratteristica è quella di essere collocata al piano seminterrato o interrato, ed è direttamente collegata al piano superiore tramite una scala interna.

Tuttavia, col tempo, se non le si dà il giusto imprinting, la taverna può diventare un ambiente sciatto, poco vivibile, ridotta a lavanderia disordinata, che si tende a nascondere piuttosto che a condividerla con gli amici. Perciò, rinnovarla nello stile e nella disposizione degli ambienti è fondamentale per farle recuperare la dignità che le spetta.

Come sempre, bisogna fare i conti con lo spazio a disposizione prima di dare sfogo alla fantasia. Se la taverna è piccola, in un unico ambiente dovremo porvi gli elementi indispensabili, mentre se è abbastanza grande si può dividere in varie zone tramite semplici pannelli di cartongesso, o ancora più semplicemente attraverso tende o armadi alti.
Due sono gli ambienti fondamentali: la cucina con tavolo e sedie, e una zona relax per l’accoglienza intorno al camino o alla stufa a pellet, membri tipici di questo ambiente. Se c’è, inoltre, la possibilità di creare un piccolo bagno, tanto meglio.

taverna

Sono i benvenuti televisori, tavoli da biliardo o biliardino, librerie: tutto ciò che possa infondere calore, convivialità e relax. Assolutamente da sfuggire è il sovraffollamento degli spazi che rende la taverna un deposito: pochi arredi e complementi e qualche pianta in più.

Lo stile tipico è quello rustico, con materiali come il rame, il legno ed il marmo.
 Se propendete per lo stile country, un grande tavolo di legno al centro con delle panche, sedie a dondolo per contorno colpiranno nel segno. Anche lo stile moderno non è bandito: in questo caso, largo spazio al bianco e alle tonalità fredde, alle linee pulite e snelle che possono offrire un gradevole effetto, non meno caldo, in contrasto con rivestimenti in legno, in pietra o in cotto per sezioni circoscritte o con accessori country.

In ogni caso, il bianco aiuta a dare luminosità a un ambiente che per natura non ne ha e per il quale bisognerà meglio studiare anche le disposizioni di luci.
 Colori caldi alle pareti, piastrelle per l’angolo cottura, tappeti e cuscini abbinati: scommettiamo che vorrete mostrarla a tutti una taverna così?

A volte i consigli di un esperto architetto o designer di interni può fare la differenza. trasformare un seminterrato nella taverna dei sogni può essere complicato: affidatevi ai nostri professionisti per non sbagliare! Compila il modulo e chiedici un parere.

 

 

 

17
Feb

Welcome to Casa InteriorBe

Curiosi di scoprire il nuovo headquarter milanese di InteriorBe? Ecco da dove continueremo a crescere e soprattutto a far in modo che i nostri migliori interior designer e architetti  vi aiutino a realizzare i vostri sogni e i vostri progetti di casa! :)

La trasformazione ed il progetto sono stati sviluppati da Adele G. interior designer della community online associata per questa nostra speciale richiesta!

Categoria: Ufficio

Pacchetto selezionato: BOOK M

Mq spazio: 80 mq

Location: Milano

Stile: Classico Moderno.

WELCOME TO CASA INTERIORBE! 

La location.

Un palazzo in stile vecchia Milano circondato dal verde, un gusto elegante ed evergreen…in tutti i sensi! :-)

Apriamo le porte del nuovo ufficio. Cosa troviamo? 80 mq da riorganizzare ed arredare in base alle nostre necessità attuali. Il professionista ha progettato gli ambienti in modo da ricreare 2 uffici, 1 sala riunioni 2 bagni ed una piccola area cucina.

Lo stile che abbiamo selezionato per il progetto è un classico moderno con richiami esotici tipici del tropical style, una tendenza del 2017!

Un lungo corridoio caratteristico degli interni degli anni ’60 da rendere speciale, il biglietto da visita dell’ufficio!

C’è solo un’occasione per fare una prima bella impressione!

La protagonista dell’ingresso: la carta da parati Tropicale. Non abbiamo resistito alla proposta, la progettista Adele G non poteva trovare modello migliore!

La parete è valorizzata da un mix and match di cornici con grafiche create ad hoc per Casa InteriorBe, una vera e propria linea, a breve disponibile online su InteriorBe ! :)

Se l’obiettivo è quello di non passare inosservati, come potevamo rinunciare al nostro neon personalizzato? E allora grazie a NeonArt per avere prodotto per noi il logo interiorBe, un neon rosa BE!

Sulla parete di fondo del corridoio è presente una nicchia che non è stata lasciata inutilizzata. Per sfruttare al massimo lo spazio è diventata la zona break, allestita con una cucina minimal bianca all’interno di una scatola di colore rosa!

Colori Pantone 2017– Rosa Pale Dogwood
Seguiamo l’ispirazione relax e stato d’animo tranquillo… il Pale Dogwood è infatti un rosa pallido tenue e tranquillo, che genera intorno a sé un alone di innocenza e purezza. Il Pale Dogwood è un rosa sottile e delicato, il cui tocco morbido infonde un senso di gentilezza e bon-ton.

Entriamo nel primo spazio lavoro.  

Pochi arredi essenziali e neutri nelle finiture, il protagonista dell’ambiente è lo spazio: le modanature a soffitto, i serramenti importanti e le finiture degli arredi scelti, nero e pink gold perfetti per lo stile classico moderno!

Il secondo ufficio più ampio ospiterà altre 2 postazioni lavoro. Lo spazio è stato organizzato in modo da poter trasformare il layout per aumentare il numero di scrivanie free standing spostandole semplicemente al centro della sala!

Progettare i tuoi ambienti con un professionista, valutando tutte le tue esigenze presenti e future è essenziale per non fare errori! Incontra anche tu il tuo interior designer online, interagisci con lui in chat e vedi nascere il Tuo progetto. Contattaci!

Riunioni, call e momenti di concentrazione saranno all’ordine del giorno ecco perchè era essenziale un’adeguata sala riunioni!

I lavori sono iniziati, le opere sono state ottimizzate per trasformare il progetto in realtà nel più breve tempo possibile: verniciature, posa di un nuovo pavimento in legno e check elettrico ed idraulico!

Noi di InteriorBe sapevamo bene cosa volevamo ma immaginare lo spazio rinnovato e trasformato non è semplice per nessuno: ecco perchè la consulenza di un professionista e la resa grafica del progetto sono essenziali per fare le scelte migliori e avere la certezza del risultato! Scopri tutti i pacchetti progetto interiorBe!

Before & After…il nostro momento preferito! Pronti?

L’ingresso!

Gli uffici!

 

Condividi anche tu con InteriorBe le tue necessità! Devi rinnovare, ristrutturare o semplicemente rendere migliore la tua casa? Scrivici qui!

 

 

 

14
Feb

Camera degli ospiti, 4 soluzioni per il tuo appartamento

A tutti, almeno una volta nella vita, è capitato di dover ospitare qualcuno, anche semplicemente per una notte. Indubbiamente, in questi casi, poter disporre di una camera in più da destinare agli ospiti sarebbe la soluzione migliore per poter accogliere nella propria casa amici e parenti, ma purtroppo nelle abitazioni moderne è sempre più difficile.

Certamente chi non ha problemi di budget e di spazio potrà ricavare una o più stanze degli ospiti, magari ciascuna con il suo bagno privato, in modo che pur condividendo la medesima casa ciascuno possa godere della propria privacy.

Ma per tutti i comuni mortali? Come si può fare quando non si dispone di una stanza in più? Di certo non ci si può precludere a priori la possibilità di ospitare qualcuno, fosse anche solo la mamma che viene a trovarci, piuttosto che un amichetto dei nostri figli per fare un pigiama party.

Vediamo allora di illustrarvi brevemente 4 soluzioni alternative, tutte facilmente percorribili, per poter sfoderare all’occorrenza un posto letto in più.

Il divano letto

La soluzione più classica per poter ospitare qualcuno a casa propria è quella di dotarsi nel living di un divano che all’occorrenza si trasformi in letto!

Divano letto

Il vantaggio è che generalmente i letti contenuti all’interno dei divani sono matrimoniali o quanto meno ad una piazza e mezzo per cui vi permettono di ospitare due persone contemporaneamente e, specie se si scelgono prodotti di buona qualità e se vengono utilizzati solo saltuariamente, si tratta di una sistemazione comoda quasi quanto un letto tradizionale.

Lo svantaggio è che ci si deve limitare ad acquistare per lo più divani lineari, a due o a tre posti, o comunque in caso contrario potrebbe essere necessario fare non poche manovre per aprire il letto; detto ciò si deve fare attenzione a calcolare il giusto ingombro in modo da riuscire ad operare la trasformazione senza dover spostare i mobili di mezza casa! Infine i divani letto, se pratici da aprire e chiudere e di ottima fattura, hanno il loro costo e comunque vi troverete, seppur per poco tempo, gli ospiti nel bel mezzo del soggiorno, con poca privacy per tutti!

Il letto a scomparsa

Letto a Scomparsa

Un’altra opportunità è quella di prevedere la presenza di un letto a scomparsa. In genere il luogo di elezione di questi letti “aggiunti” è la cameretta dei bambini, ma vi sono soluzioni che possono tranquillamente anche stare nel living.

 

Infatti, oggi in commercio, anche per ciò che riguarda i letti a scomparsa, esistono un’infinità di tipologie e modelli differenti: dai più classici ed economici letti a scomparsa posizionati sotto la rete dei materassi singoli mascherati da un cassettone e da estrarre all’occorrenza, a quelli più elaborati e costosi, nascosti dietro a librerie o scrivanie, o addirittura che si configurano come dei pensili.

Il pouf/letto

Pouf letto

Più semplice ed economica la scelta di dotarsi di un cosiddetto “puffoletto”: ovvero di un normalissimo pouf, da tenere vicino al divano, all’ingresso, o in camera e da ricollocare e aprire all’occorrenza per farlo diventare un letto in più! Il problema è che si tratta per lo più di soluzioni singole!

Il materasso gonfiabile

L’ultima alternativa è quella di acquistare un materasso gonfiabile: anche in questo caso ce ne sono di molti tipi diversi, sia per ciò che concerne il formato che per quanto riguarda le caratteristiche ed alcuni, a dispetto di quanto si possa pensare, sono davvero comodi.

Ideale non solo da sfoderare nel caso di ospiti che si presentano all’improvviso, ma anche da portare in vacanza: il materasso gonfiabile è una soluzione ottimale per quanti non vogliano spendere grandi cifre.

Normalmente non vi accorgerete neppure di averlo, perché starà chiuso all’interno della sua sacca da viaggio, riposto infondo ad un armadio o su uno scaffale del ripostiglio e all’occorrenza in pochi minuti potrete gonfiarlo, decidendo di volta in volta dove metterlo: magari per un party tra bambini potrete gonfiarlo in cameretta (i vostri figli lo adoreranno!), mentre se vengono a trovarvi degli amici potrete sistemarli nel soggiorno.

Ora sta a voi decidere: l’importante è che siate consapevoli che avere ospiti non è un privilegio ad esclusivo appannaggio di chi può disporre di una camera in più!

Volete anche voi introdurre un divano letto o un letto a scomparsa nel vostro arredamento? Se avete bisogno di un consiglio da parte dei nostri Interior designers, compilate il modulo e chiedeteci tutto!
Condividi anche tu con interiorBe le tue necessità! Devi rinnovare, ristrutturare o semplicemente rendere migliore la tua casa? Compila il modulo!

 

11
Feb

Un mini appartamento in città ben progettato!

Un mini appartamento in città riprogettato nei dettagli per creare un ambiente essenziale e funzionale, con accostamenti scandinavi e moderni.

Ogni metro quadro è stato progettato per trasformarsi in spazio utile al 100%.

Ci sono 5 consigli magici per progettare i piccoli spazi:

1. Ottimizzare gli spazi utilizzando ogni singolo angolo

2. Sfruttare le altezze creando i soppalchi

3. Utilizzare specchi per allargare e raddoppiare gli spazi

4. Arredi a scomparsa

5. Divisori per creare nuovi, piccoli ambienti

Scopri di più su:  “Come arredare il tuo monolocale da 35 mq”  l’intervista di Stylight su interiorBe! :)

Vediamone alcuni in questo progetto sviluppato da SARA S. architetto della community di interiorBe!

Ottimizzare gli spazi utilizzando ogni singolo angolo “Nei piccoli ambienti sfruttare ogni mq al meglio è importantissimo! Ad esempio, quelle che sembrano nicchie inutilizzabili possono trasformarsi in spazi utili per inserire arredi, cucine, librerie, spazi perfetti per pezzi d’arte o insoliti contenitori”.

Sfruttare le altezze “Un appartamento può avere piccole dimensioni, ma altezze invidiabili! Queste sono utilissime perché permettono di ricavare spazio utile al contenimento o ricreare dei soppalchi dove posizionare ad esempio la zona notte o una zona relax, aumentando così lo spazio a disposizione”.

Divisori per creare nuovi, piccoli ambienti “Se la superficie lo permette si possono studiare degli accorgimenti per creare delle divisioni ad hoc che consentano di creare angoli di privacy. In un monolocale mignon possono essere utilissimi per separare la zona notte dalla zona living. Un’idea rapida, cool e salva spazio? I tendaggi!”.

SARA S. ha rielaborato le necessità del cliente analizzando le sue richieste e preferenze stilistiche. Ha abbinato colori chiari ed elementi naturali quali il legno il tutto unito ad alcuni tocchi di colore a personalizzare l’ambiente.

Condividi anche tu con interiorBe le tue necessità! Devi rinnovare, ristrutturare o semplicemente rendere migliore la tua casa scrivici qui!