26
Ott

5 segreti per arredare in pochi mq

I monolocali o i piccoli appartamenti rappresentano la soluzione abitativa più in voga tra i giovani e i single. Ma arredarli non è cosa semplice, perchè quando si hanno pochi metri quadri a disposizione è difficile rendere ogni spazio efficiente senza rinunciare alla comodità e ad un pizzico di glamour.
E allora qual è la soluzione? Semplice…mettiamo in luce tutto il loro potenziale al fine di ottenere un ambiente comodo, confortevole e che allo stesso tempo abbia carattere e personalità, creando soluzioni salva spazio esteticamente gradevoli.

sfd76205accaf1c42519f1629eb024a0872_1024x-e1365773731274
Qui di seguito elenco 5  segreti che risultano vincenti in qualsiasi tipo di casa, da quelle più piccole a quelle di più modeste dimensioni. Ebbene veniamo a noi:
1. bianco, bianco e ancora bianco
Utilizzare il bianco o comunque delle tinte neutre e naturali per arredare casa permette di amplificare la luce e conferire un certo fascino alle case facendole apparire più grandi. Con questo non sto dicendo assolutamente di rinunciare ai colori, anzi loro potranno giocare un ruolo fondamentale nei piccoli dettagli d’arredo; infatti il loro colore risulterà ancora più brillante avendo il bianco a fargli da sfondo.

14

2. arredi essenziali ed intelligenti
Spesso uno dei principali problemi che ci troviamo ad affrontare è legato alla necessità di avere tutto in uno spazio limitato. E allora come possiamo far dialogare in maniera intelligente arredo e funzionalità, avendo pochi mq a disposizione ?. La risposta è proprio nella scelta dell’arredo. Avere pochi mq a disposizione non vuol dire rinunciare ad arredare, al contrario è fondamentale scegliere mobili e arredi essenziali studiando bene tutti gli spazi a disposizione e optando per quelli che definisco arredi intelligenti. Un esempio sono le librerie attrezzate, i letti a soppalco e i divani contenitore, le consolle allungabili, e perché no, scegliere elementi innovativi e originali che assolvono a più di una funzione contemporaneamente.

20152_beca01a_loft_bunk_beds_ph137799-1
3. open space
Avendo a disposizione poca metratura la scelta ottimale è quella di realizzare degli open space in modo da rendere esteticamente e funzionalmente più vivibili gli ambienti. Questa scelta ci permette di modificare lo spazio costantemente, giocando in maniera sapiente con elementi verticali mobili. Una parete attrezzata può essere utile per offrire uno spazio per riporre i libri e separare gli ambienti della casa. Separé e paraventi costituiscono una soluzione strategica per dividere gli ambienti con un pizzico di originalità, sono flessibili e occupano poco spazio.

camera-monolocale
4.nicchie
Per recuperare spazio utile in alcuni ambienti della casa è possibile sfruttare gli spazi che a primo impatto possono risultare insignificanti. I giapponesi sono dei maestri nell’arte dell’ottimizzazione degli spazi. In cucina, per esempio, una nicchia con mensole su misura può essere sfruttata come ripostiglio. Un vano inutilizzato o un corridoio abbastanza ampio possono essere lo spazio per una toilette in camera, un mini bagno. Ma non solo, le nicchie si possono sfruttare per creare un angolo cottura, una lavanderia, armadi, uno studio, una soluzione creativa per la nanna dei piccoli, insomma tante piccole soluzioni trasformabili.

studio-di-nicchia2-design-craft

5.le quote
Quando l’altezza del soffitto lo consente e lì dove i regolamenti edilizi comunali e di igiene dell’ASL lo permettono, il soppalco diventa un’ottima soluzione per risolvere problemi di spazio. In questo modo abbiamo la possibilità sia di creare delle superfici abitabili in più, sia di utilizzare questi spazi come ripostigli. Ma non solo, questo ci permette di sfruttare anche lo spazio sottostante. Mettendo ad esempio una scrivania e delle mensole possiamo realizzare un comodo angolo studio con libreria o in alternativa creare un armadio dove mettere i vestiti mediante delle scaffalature su misura. Con la stessa logica possiamo realizzare dei ripostigli in quota.
> Infatti l’altezza minima interna dei bagni e dei disimpegni può essere ridotta a 240 cm (invece dei 270 cm richiesti come limite minimo per tutte le altre stanze) in base a quanto riportato nella legge nazionale (Decreto ministeriale Sanità del 5 luglio 1975). Questo significa che se l’abitazione ha soffitti molto alti, possiamo ricavare vani tecnici o rispostigli.

ripostiglio-in-quota
Rispetto a prima, lo spazio contenitivo ora è più che raddoppiato!

Scopri il tuo stile e trasforma anche la tua casa con la nostra  interior designer Pamela!

 

 

pamela

Articolo di Pamela D.

 

Comments ( 0 )