12
Dic

Arredare un piccolo soggiorno

Luogo centrale di una casa con tante vocazioni, dall’accoglienza al relax personale, il soggiorno è il ring dove si incontrano e scontrano tutte le aspettative estetiche, le esigenze funzionali e la disponibilità di spazi. Perciò è d’obbligo la maggiore attenzione nella sua pianificazione, a maggior ragione se l’ambiente a disposizione è di dimensioni non proprio generose. Per un risultato sbalorditivo bastano pochi ma saggi accorgimenti e l’uso di strategie avvedute per mascherare le piccole dimensioni del proprio soggiorno e per valorizzarlo al massimo anche se piccolo.

Infatti, un piccolo soggiorno non è destinato ad essere un soggiorno piccolo!

Prima di tutto, i colori. Sono fondamentali per creare un clima accogliente, sereno e rilassante, e sono la prima caratteristica che dice della personalità del padrone di casa. Per un piccolo soggiorno la scelta dovrà orientarsi su tinte chiare, colori pastello che sono in grado di allargare, attraverso illusioni ottiche, gli spazi coinvolti. Un uso poco accorto dei colori può rendere claustrofobico anche un soggiorno generoso in metri quadrati! Una particolare attenzione è richiesta per il soffitto: un tono più chiaro rispetto a quello delle pareti aumenterà notevolmente la percezione dell’altezza. Per un piccolo soggiorno, occorre preferire colori chiari non solo per le pareti ma anche per i tessuti di tende, divani e tappeti: più il tessuto è leggero e i toni chiari più gli spazi si dilatano e guadagnano profondità.

Soggiorno piccolo

 

Definiti i colori, passiamo ai mobili. Lo stile da perseguire è quello minimalista, dalle linee rette e semplici che trasmettono ordine e leggerezza. Il re del soggiorno è il divano: meglio se angolare, dotato di cassoni che svolgano la funzione di deposito, per guadagnare spazio e ordine.

La regola d’oro è: non rendere lo spazio sovraffollato, perché la sensazione che ne deriverebbe è quella dell’ingombro e dell’oppressione. Piuttosto, l’astuzia sta nello scegliere pochi mobili, ma funzionali e adoperabili per vari usi: un pouf che diventa tavolino, cassetti nascosti nel divano, una parete incassata che diventa una libreria. Il materiale deve essere leggero e trasparente: il vetro, in particolare risponde a questa esigenza e moltiplica la luminosità. La parola magica, dunque, è multiuso.

soggiorno con tavolino trasparente

 

Un altro accorgimento consiglia di evitare le porte che separano il soggiorno da altre zone della casa o al più di considerare l’opportunità di sostituirle con quelle di tipo scorrevole: che lo sguardo possa con continuità attraversare gli spazi trasmette un’idea di luminosità e ampiezza, perché consente il passaggio di luce. A questo proposito, andrà opportunamente studiato il sistema di illuminazione.

Soprattutto se si dispone di uno spazio verde esterno, l’utilizzo di finestre o pareti vetrate ottiene il risultato ambìto creando un continuum tra spazio interno ed esterno, paesaggio e soggiorno.

Si risparmia spazio anche montando i caloriferi in modo intelligente: gli ultimi modelli tubolari e verticali renderanno l’ambiente non solo più confortevole e moderno, ma qualora siano tinteggiati dello stesso colore della parete non ruberanno spazio visivo.

L’ultimo escamotage, antichissimo e immancabile, è dotare il soggiorno di specchi. L’effetto è garantito per una straordinaria moltiplicazione di luce.

Bianco soggorno

 

Che il tuo soggiorno sia grande o piccolo, decora, rinnova o ristruttura la tua casa con interiorBe.

Scopri il tuo stile, incontra online il tuo architetto o interior designer e trasforma la tua casa in quella dei tuoi sogni grazie al nostro aiuto!

Comments ( 0 )