23
Gen

Scale, parapetti e corrimano

Scale. Scale interne, esterne, in muratura, in arredo, in acciaio, in legno, in vetro, a chiocciola, elicoidali, dritte, a L, a U, sospese, a giorno, a sbalzo, industriali, artigianali: moltissime le classificazioni entro cui far rientrare questo elemento strutturale, fondamentale nella progettazione e nella fruizione degli spazi che viviamo e frequentiamo. E tutte dovrebbero soddisfare tre caratteristiche fondamentali: praticità, sicurezza e piacevolezza!

scala interna

Il panorama normativo cui oggi devono sottostare la progettazione e la messa in opera di una scala è molto ampio: si parte da importanti regole ergonomiche di base e si passa a quelle finalizzate al rispetto delle esigenze di ridotte capacità motorie, inclusi anziani e bambini, fino al comfort termico ed acustico, alla sicurezza, alle “regole dell’arte”, solo per citarne alcune.

scala progetto

Le scale interne ad uso privato non esulano dal rispetto di queste normative, che rappresentano spesso
un’intrigante sfida per il progettista. La scala di interni è infatti ormai diventata un vero e proprio oggetto di design trasformandosi, negli ultimi decenni, da pura struttura di uso quotidiano di passaggio in articolo di arredo e di stile. Il processo ideativo è tanto impegnativo quanto gratificante: il piano normativo deve fondersi nel disegno, nella raffinatezza dei materiali selezionati e dello studio dei dettagli costruttivi. A lavoro ultimato, un buon progetto non rivelerà lo sforzo fatto per adeguarne la bellezza a specifiche esigenze funzionali e normative, così come una ballerina resta sorridente e leggiadra anche nello sforzo! Il web ci regala vagonate di esempi eleganti ed intelligenti, ottimi spunti per orientare i gusti di tutti.

parapetto in legno stile moderno

Uno (e solo uno tra i tanti) degli aspetti più difficili da gestire è legato al tema della sicurezza: il parapetto, corredato o meno di corrimano.

Scala di impatto visivo notevole

Lo stile contemporaneo, più minimalista, propone spesso scale interne senza parapetto, con gradini a sbalzo nella maggior parte dei casi: l’effetto, sempre estremamente piacevole, è quello di una scala ariosa e leggera, dalle linee pulite ed essenziali. Ma il compromesso c’è, e a meno che quella scala venga usata in casi estremamente rari alla lunga il disagio può farsi sentire, e portare i proprietari, magari divenuti nel frattempo genitori di un frugolino che ama l’arrampicata (ne so qualcosa anche io, mamma di due climbers!), a chiedersi se potrà mai esistere un modo per fare un passo indietro senza tradire lo stile tanto amato e voluto. Si può, ma attraverso un progetto ad hoc, che tenga conto dell’esistente e si proponga l’obiettivo di rispettare quanto di buono c’è cogliendo addirittura l’occasione per sottolinearlo, anziché nasconderlo.

scala interna

Tra le immagini allegate propongo un mio progetto di restyling di una scala esistente a sbalzo, con gradini in acciaio, messa in sicurezza con la realizzazione di un parapetto/corrimano in acciaio verniciato e rivestimento in legno laccato: ogni singolo montante è fissato direttamente sul gradino, e la particolare geometria, in cui i piccoli telai sembrano scivolare verso il basso, sottolinea l’effetto di leggerezza e sospensione delle mensole esistenti.

Parapetto ristrutturazione

Se il contesto è invece la ristrutturazione di una casa in stile moderno anni ‘50, non sarà raro doversi
confrontare con scale di ingresso in muratura rivestite in marmo, a una o due rampe. Nel caso della rampa
dritta unica non ci si porrà il problema del parapetto, ma sarà doveroso e rispettoso nei confronti di chiunque verrà a trovarvi corredarla di un corrimano, per facilitare la salita: senza rinunciare alla pulizia delle linee, se l’obiettivo è quello di un arredo moderno e contemporaneo insieme, il disegno di un oggetto in legno laccato, ricco in spessori e dimensioni, è quello che ci vuole! Nel caso di una doppia rampa il parapetto è invece d’obbligo e quasi sicuramente già esistente: se ancora in buono stato potrebbe essere sufficiente un intervento di restauro e restyling per adeguarlo al nuovo progetto di arredo, come nel caso proposto tra le immagini!
parapetto prima e dopo

Se c’è un problema c’è sempre una soluzione, ma deve essere quella giusta! Che si tratti di una costruzione ex novo o di una ristrutturazione, è sempre una corretta progettazione la chiave della riuscita dei lavori, e quindi di una fruizione gratificante e serena della propria casa. Un progetto di interni può e deve investire ogni singolo componente della struttura e dell’arredo dei locali, fosse anche solo un semplice parapetto. Ci sarà da divertirsi!

Se volete dei consigli dagli esperti di InteriorBe…
non siate timidi! Compilate il
Form per chiederci un preventivo senza impegno!

 

Articolo di  Flavia B.

Comments ( 0 )