Quanto costa un progetto? Preventivo gratuito

Il blog di interiorBE

11
Apr

Il tappeto e come sceglierlo

Storico protagonista dei soggiorni di sempre, poi scomparso per un po’ di tempo quando il trend dettava regole di minimalismo per poi tornare a scaldare i piedi di tutti noi. Il tappeto tanti lo reputano un elemento essenziale quando si pensa all’arredamento delle stanze di casa per quanto spesso possono sembrare spoglie e incomplete senza. Però è anche vero che non è cosi facile come sembra scegliere quello adatto! Vorreste che fosse un impatto visivo? O magari solo un dettaglio che si noti poco ma che faccia la sua funzione?

Ecco qui i nostri consigli su come scegliere il tappeto giusto per la vostra casa!

Prima di tutto guardate la stanza

Ecco il consiglio più utile e meno considerato quando si deve pensare a che tipologia di tappeto scegliere per gli spazi di casa. È molto importante analizzare il contesto della stanza prima di comprare un tappeto. Prima di tutto le dimensioni dei tappeti tendono ad essere standard (a meno che si fa fare su misura) e quindi bisogna capire quale dimensione è la più corretta in base alle misure degli ingombri esistenti (divano, tavolino, letto, ecc.). Un altro aspetto da non sottovalutare è il contesto dello stile della vostra casa. Se avete una bellissima cascina in campagna tutta arredata in stile shabby chic un tappeto geometrico bianco e nero, per quanto ve ne potete essere innamorati non è adatto al vostro soggiorno! Scegliete la tipologia, colore, materiale e stile del vostro tappeto considerando tutto l’ambiente che lo circonderà!

Non seguite i trend ma il vostro stile

Un tappeto è un pezzo d’arredamento che dura tanto e su cui vale la pena investirci per averlo di qualità. Proprio per questo è meglio seguire il vostro stile invece dei trend del momento. Il vostro gusto personale non cambierà molto, cosa che invece accade sempre con le tendenze nel mondo del design. Se un giorno doveste cambiare casa se scegliere un tappeto che piace a voi è molto probabile che si sposerà bene con qualsiasi altro arredo che sceglierete!

Tenete in considerazione il vostro stile di vita

Il tappeto in qualsiasi stanza di casa richiede manutenzione e attenzione. Diventa quindi importante prendere in considerazione le proprie abitudini e tutti i membri della famiglia quando si sceglie che tipologia di tappeto comprare. Se si ha un animale in casa i tappeti a pelo lungo tendono a accumulare peli e sporco. Anche i bambini piccoli possono essere un pericolo per un tappeto delicato dai colori chiari. Se siete persone a cui piace mangiare davanti alla televisione magari pensate a un colore un po’ più scuro e un materiale che si possa lavare facilmente!

Il tappeto va sotto non di fianco

Un altro errore comune quando si compra e posizione un tappeto in casa è di non appoggiarci sopra i mobili ma metterli in bilico sul bordo. I mobili, soprattutto quelli più ingombranti come letti e divani, vanno posizionati sopra al tappeto cosi che non si veda il punto dove finisce il tappeto ( almeno 20cm più lungo o largo rispetto all’arredamento che va appoggiato sopra). Questo aiuta a rendere la stanza più proporzionata e armoniosa.

Stile e colori

Eccoci arrivati all’aspetto più divertente e personale della scelta di un tappeto. Dopo aver considerato tutti gli aspetti più tecnici di questa scelta entrano in gioco le preferenze personali e quindi dipende un po’ da voi!
In generale se si ha una stanza con colori molto neutri e soft si può optare per un tappeto importante che salti all’occhio, se invece si ha già dei pezzi importanti di arredamento è meglio scegliere uno stile di tappeto che si noti meno. In generale certi stili di arredamento hanno i loro materiali e colori, come per esempio una casa in stile etnico è adatta ad avere un tappeto dai tessuti più grezzi e colori che ricordano la terra, una casa in stile scandinavo invece tende sempre a materiali molto caldi come la lana o tappeti a pelo lungo.

 

Avete bisogno di arredare la vostra casa?
Compila il modulo di richiesta e ti aiuteremo noi

09
Apr

Un nuovo soggiorno vintage chic!

Claudia ci ha contattato con il desiderio di riuscire a dare più armonia al suo soggiorno, le pareva che i suoi pezzi d’arredamento attuali non avessero più uno stile che li legasse. Maria Vittoria B., la nostra progettista InteriorBe, ha seguito il suo progetto e con attenzione e creatività è riuscita a ridare alla zona giorno di Claudia un identità particolare che mischia uno stile un po’ vintage ma rendendolo molto chic grazie a certi dettagli particolari.

Siete curiosi? Guardate qui il risultato!

Ecco qui il nuovo soggiorno di Claudia!
La progettista ha scelto toni scuri e importanti per gran parte dell’arredamento con il verde come tocco di colore.
Il grande tappeto al centro della stanza ricorda le case di una volta donando un effetto vintage alla stanza. La scelta delle sedie trasparenti Kartell al posto di poltrone imbottite più classiche danno un tocco veramente chic ed elegante al soggiorno, oltre ad alleggerire il tutto.
La consolle scelta dalla progettista è il modello Ventaglio di Tonin Casa ed è allungabile (si trasforma in un tavolo lungo 2 mt!). Questa è un ottima soluzione per soggiorni con spazi ridotti quando si vuole ospitare una cena tra amici!

 

La parete che ospita la televisione ha uno stile più moderno ma che si inserisce comunque molto bene con l’insieme del soggiorno.
Per trovare il giusto equilibrio con l’altra parte della stanza che ha colori più scuri e pezzi importanti, questa parete rimane bianca e segue forme geometriche, illuminata anche dalla porta finestra accanto.
Il risultato finale è un mix di materiali e colori contrastante che convivono nello spazio con eleganza e leggerezza.
Un soggiorno vintage chic da sogno!

 

Avete bisogno di arredare la vostra casa?
Compila il modulo di richiesta e ti aiuteremo noi

04
Apr

Trend Alert: il ritorno del Neon!

Fino a poco tempo fa, le luci a neon erano sinonimo di una luce fredda e fastidiosa che ricordava cantieri e i corridoio degli ospedali. Invece ora sono diventati l’ultimo trend!
Lo stile industrial che ha avuto un boom di popolarità negli ultimi anni ha riportato alla luce il neon e ha inventato vari modi di inserirlo nell’arredamento rendendolo molto cool.
Ormai se ne trovano di ogni tipo e colore ed è diventata una vera design choice per tanti. L’utilizzo delle scritte e insegne a neon ci permettono di personalizzare molto i nostri muri aggiungendo sempre un pizzico di divertimento ed eccentricità.

Ecco qui i modi più belli, stylish e anche innovativi di arredare con le luci a neon!

I big del design

Un gigante del design ha avuto un super successo grazie alla loro linea di lettere a neon. Seletti ha introdotto una linea di lettere 3D, di cui certe a neon, di dimensioni e stili diversi. Sul loro sito puoi comporre la frasi e vedere come staranno una volta appese su tipologie di muri diversi. Il risultato è un prodotto personalizzabile e divertente, i cavi neri a vista creano un effetto molto stile industrial!
Un altro pilastro del design di luci come Artemide ha seguito nelle orme di Seletti e ha creato una loro linea, Alphabet of Light, caratterizzata da una linea di forme più lineari e geometriche.

 

Vintage

Un altra tipologia di lettere a neon che è tornata a farsi notare sono le lettere in stile vintage in metallo che ricordano le insegne industriali di una volta. Ora si trovano sia in dimensioni maxi che come piccoli soprammobili e anche qui ci si può sbizzarrire a creare parole, frasi o un mix di tipologie di colori e materiali diversi per un effetto veramente vintage!

 

Poesia

Non riuscite a trovare un quadro grosso per riempire una parete del soggiorno? Magari stavate cercando qualcosa di veramente particolare, che diventasse il vero protagonista della vostra stanza. Ecco un idea veramente innovativa e creativa che vi lascia la possibilità di scrivere quello che volete!
Grazie alla componibilità di molti sistemi di lettering a neon, potrete scrivere frasi, citazioni, estratti di libri e poesie direttamente sui vostri muri. Arredamento e illuminazione in uno!

 

Contrasto

Un dei nostri modi preferiti per utilizzare e valorizzare le scritte a neon è di appenderle su un muro scuro creando un contrasto forte e decisivo. Antracite, prugna, verde scuro, blu petrolio: colori particolari che donerebbero già al vostro ambiente una forte personalità. Perché non renderlo veramente unico con una frase tutta vostra?

 

Sognate una casa eccentrica piena di neon?
Compila il modulo di richiesta e ti aiuteremo noi

28
Mar

Salone del Mobile 2018

È quasi ora!
Come tutti gli anni Milano si prepara all’evento più importante, il Salone del Mobile 2018.

La città di Milano si trasforma per la manifestazione di design più grande al mondo e come ogni anno consolida la sua posizione di leadership e innovazione nel settore. Il Salone del Mobile non è più una semplice fiera ma un evento che connette designers, giornalisti, architetti, creativi, critici, imprenditori, curiosi e amanti di tutto ciò che è bello.
È un invito alla condivisione di creatività e innovazione a livello globale.

“Il Salone del Mobile analizza i suoi valori, il suo profondo legame con Milano e con le aziende, i brand e i designer che lo hanno reso grande nel mondo. Per progettare un futuro di qualità, innovazione, creatività.”

La sostenibilità sarà un argomento centrale perché il Salone del Mobile riflette il presente in cui viviamo. Ormai fare e pensare design vuol dire pensare al domani, la sostenibilità non è più solo in relazione ai materiali scelti ma anche ai processi di produzione. La sostenibilità non è più solo una caratteristica fisica del design ma si spinge oltre, al sustainable design thinking.

Quindi preparate le scarpe comode e la vostra curiosità perché dal 17 al 22 Aprile Milano sarà pronta ad accogliere più di 300mila persone tra il Salone del Mobile a Rho e il Fuorisalone per le vie della città.

Scoprite tutte le info su biglietti e come visitare il Salone del Mobile sul sito ufficiale e per tutto quello che sarà Fuorisalone per il centro di Milano invece vi avvisiamo, non è facile starci dietro!

26
Mar

un nuovo look alla zona notte

Francesco ci ha contattato con il bisogno di rinnovare completamente la sua zona notte, in particolare la camera matrimoniale e la stanza per gli ospiti in cui si doveva ricavare anche un angolo studio.
Il nostro progettista InteriorBe che ha seguito il progetto, FrancescoR, ha lavorato insieme al cliente per riuscire a creare due camere da letto belle, accoglienti e funzionali.

Scoprite qui come abbiamo donato un nuovo look alla zona notte di Francesco!

Per la camera matrimoniale principale della casa il progettista ha scelto una palette di colori molto neutra, che ricordasse colori naturali caldi come il colore naturale del legno e un testa di moro. Il cliente aveva specificato il desiderio di trovare un colore d’accento che riuscisse a dare alla stanza un pop di colore e infine ha scelto un rosso scuro! La carta da parati a planisfero caratterizza la stanza e le da un tocco di particolarità!
I punti luci sono tutti bianchi e seguono linee molto minimal e moderne che aiutano a creare un atmosfera elegante!

Francesco aveva espresso il desiderio di riuscire ad avere un televisione appeso in camera senza che si vedessero i fili, magari trovando un modo innovativo e particolare per sostenerlo.
Detto fatto! Il progettista ha sviluppato una proposta per la parete tv composto da un sistema modulare componibile che richiama sia il materiale metallico sia le linee minimal dei punti luce. Oltre a essere un supporto per la televisione questo sistema è composto da mensole di diverse dimensioni. Il contrasto creato da questa struttura sul muro scuro crea intimità nell’insieme della camera da letto.

La stanza degli ospiti segue le stesse linee materiche e la stessa palette di colori della camera matrimoniale. Il progettista ha scelto di tenere un linguaggio uguale per poter dare continuità alla zona notte.
In questa stanza il letto imbottito è stato posizionato in un angolo con una sola mensola (rossa ovviamente!) che viene sfruttata come comodino e il muro rimane scuro. Il progettista è riuscito a ricavare un angolo studio come richiesto dal cliente, richiamando il rosso nella scelta della sedia.

La cosa più caratteristica della stanza degli ospiti è che il progettista ha ricavato il balcone della struttura originale della casa e l’ha trasformato in una veranda interna che fa parte della camera! Un modo originale e funzionale di estendere lo spazio di una camera da letto per poter avere più luce e un angolo relax dove poter leggere o lavorare. Proprio nella veranda vediamo come di nuovo le linee minimal e il metallo bianco venga riproposto nel tavolino e nella lampada a terra.
Il risultato è una seconda stanza multiuso: camera da letto, studio e angolo relax!

 

Avete bisogno aiuto a ristrutturare la vostra casa?
Compila il modulo di richiesta e ti aiuteremo noi

21
Mar

come usare la carta da parati in modo creativo!

Tante persone pensano che la carta da parati ormai sia una cosa vecchia che si usava un tempo ma che non va più di moda. Sbagliato! La carta da parati si è ridimensionata ed è tornata ad essere una protagonista nel mondo dell’arredamento. La scelta attuale sulle carte da parati è infinita, si trovano nei negozi, online ed è anche possibile personalizzarsele.
Ma se volessimo trovare un modo diverso e creativo di utilizzare la carta da parati? O magari avete degli avanzi e vi spiace buttarla?
Ecco qui le nostre idee InteriorBe su come usare la carta da parati in modo creativo!

un muro solo

Prima idea che si associa all’uso della carta da parati è che dev’essere usata su tutti i muri. Perché!? Magari volete una carta da parati veramente strana ed eccentrica, che persino per voi metterla su tutti i muri del soggiorno è eccessivo. Provate a metterla solo su un muro, magari quello principale che si vede entrando. Rivestendo un solo muro aiuta ad aumentare la percezione di profondità della stanza, rimanendo luminosa!

 

cassetti e armadi

Le case arredate bene sono arredate anche nei minimi dettagli! Quasi tutti pensiamo che le cose che non si vedono possono rimanere brutte per quanto nascoste, come l’interno di armadi e cassetti. Ma pensate invece che bello aprirli al mattino e trovarli curati e colorati? Un idea per usare la carta da parati che magari vi é avanzata è di rivestire l’interno dei vostri cassetti!

 

credenze / mensole

Simile al concetto dei cassetti e armadi, le mensole e credenze hanno la giustificazione di essere molto più visibili. Interrompete il muro inserendo carta da parati di un colore diverso o magari con una stampa azzardata. Donerà felicità e un pop di colore alla vostra stanza!

 

Scale

Ci avevate mai pensato? Mettere la carta da parati sulle scale può sembrare un idea bizzarra ma può creare un effetto veramente unico. Da scelte molto colorate come quella nella foto a stampe più soft dai colori pastello. La carta da parati sulle scale aiuta a creare un gioco di profondità che attirerà l’attenzione di tutti!

 

Soffitto

C’é chi vive con il naso all’insù, allora perché non dargli qualcosa da guardare in casa vostra?
La carta da parati sul soffitto sembra quasi una presa in giro, ma perché no, è un idea diversa, innovativa e ti permette di osare di più con l’arredamento lasciando i muri bianchi. Può essere una bella idea anche nelle camere da letto, soprattuto dei più piccoli!

 

Volete un consiglio su come meglio utilizzare la carta da parati?
Compila il modulo di richiesta e ti aiuteremo noi

19
Mar

Arredare un ufficio tra il moderno e l’antico

Ci occupiamo quasi sempre di case, ma ogni tanto ci piace cambiare!
Mattia ci ha contattati per aiutarlo a ripensare il suo ufficio, volendogli dare un nuovo look. Insieme a FedericaT, la progettista InteriorBe che lo ha seguito per tutto il progetto, il nuovo ufficio di Mattia è fantastico e funzionale!

“Mi piacerebbe se si potesse giocare sul blu perché è il colore del logo della società, mantenendo uno stile moderno che tenga però conto che siamo all’interno di un palazzo storico.”

Mattia aveva espresso alla sua progettista l’importanza di avere all’interno dell’ufficio delle zone ben definite per ogni funzione. Per esempio, la area riunioni davanti al caminetto antico dove poter discutere e confrontarsi con altre persone e clienti. La progettista ha voluto dare la giusta importanza alla struttura antica della stanza, mettendo in risalto il pavimento in parquet, il caminetto al centro della stanza e il soffitto affrescato.

I punti luce scelti dalla progettista aiutano a mettere in risalto proprio il soffitto affrescato. Infatti, le applique a parete scelte, dalla linea molto moderna e lineare, non rubano attenzione e illuminano verso l’altro, creando oltre a un bellissimo effetto sul muro anche la giusta luce per far si che il soffitto venga sempre messo in evidenza. Il divano, come tutti gli arredi, è caratterizzato da forme geometriche e moderne, linee che arredano con eleganza e funzionalità, senza rubare la scena alla struttura dell’ufficio!

 

 

Anche il tuo ufficio ha bisogno di un make-over?
Compila il modulo di richiesta e ti aiuteremo noi

14
Mar

Come arredare con un divano bianco

Il mondo può essere diviso in due: le persone che non compreranno mai un divano bianco per paura di sporcarlo ancora prima di sedercisi sopra e gli eterni indecisi che compreranno sempre solo divani bianchi perché tanto si arredano con tutto. Se fate parte di quest’ultimi, sapete bene che una volta acquistato il divano bianco non è poi cosi facile arredare il salotto tenendolo come pezzo centrale, le possibilità sono infinite.
Dare importanza al divano o ai dettagli? Un look minimal tutto bianco o tutto colorato per far splendere il divano?
Le domande sono tante, qui vi diamo 4 consigli InteriorBe per come meglio arredare un salotto con un divano bianco!

Come arredare con un divano bianco

Pure White

Se lo stile minimal o scandinavo fa per voi allora osate a creare un salotto total white! Il vostro soggiorno sarà sempre molto luminoso grazie all’utilizzo del bianco ovunque. Per non fare apparire lo spazio piatto e vuoto, tenete costante il colore e giocate con le finiture e i materiali! Un tappeto peloso e morbido, cuscini in lana, cotone o velluto, il tavolino in metallo bianco.. sbizzarritevi a provare combinazioni diverse, così da mettere in risalto l’aspetto materico degli arredi e non il colore.

 

Come arredare con un divano bianco

Colori Pastello

Sognate un soggiorno di quelli che creano una sensazione di leggerezza e relax? Magari volete che il vostro salotto sia molto luminoso ma senza essere tutto bianco? Allora andate sui colori pastello! Rosa chiaro, verde salvia, carta da zucchero: tutti queste tonalità creano calore a uno spazio, soprattutto se accostati al bianco. Come materiali da abbinare andate sul naturale, legno, rafia o paglia.

Come arredare con un divano bianco

Monochrome

Sognate una casa super moderna e minimalista e avete un divano bianco? Optate per il monochrome! Tendenzialmente fatto con il contrasto nero e bianco, potete anche virare sul grigio se il nero è troppo scuro. Giocate con la geometria e la linearità degli arredi, del tessile e anche su ciò che appendete ai vostri muri. Il tocco in più? Arte moderna e scritte a neon!

 

Come arredare con un divano bianco

Muri Scuri

Una direzione completamente diversa è quella di scegliere un colore abbastanza forte e contrastante al bianco e usarlo su tutta la parete a cui è appoggiato il divano, o se veramente volete osare, perché no, su tutte le pareti del soggiorno! Dipingendo la parete scura, mettere subito in risalto il bianco, creando contrasti forti e un ambiente eccentrico. Potrete poi divertirvi a giocare con altri colori su dettagli e finiture.

 

Hai bisogno aiuto a progettare il tuo soggiorno?
Compila il modulo di richiesta e ti aiuteremo noi

 

12
Mar

La nostra nuova casa in stile scandinavo

Sisto ci ha contattato per progettare tutta la sua nuova casa. Il cliente desiderava una casa in stile scandinavo, dai colori e materiali caldi e accoglienti che creasse un ambiente elegante, di design e che rispecchiasse la sua personalità. Il progettista InteriorBe che lo ha seguito, FrancescoR, ha creato per lui la casa che sognava, ricca di textures e colori perfettamente abbinati tra loro per creare un ambiente magico.

La nostra nuova casa in stile scandinavo

Un arredamento in stile nordico con toni tenui e sfumature di grigio, riscaldato dall’utilizzo di materiali caldi e materici come il legno e la pelle“; ecco come il progettista InteriorBe descrive questo suo progetto. Infatti, sono proprio i vari materiali attentamente selezionati e abbinati tra loro il punto forte della nuova casa di Sisto. Nel soggiorno il colore principale è proprio il grigio, utilizzato sul tessile e una parte di muro, che viene evidenziato scegliendo elementi neri e bianchi che aiutano a creare diversità nell’ambiente. Le forme degli arredi sono quelle classiche dello stile scandinavo, dalle sedie con le gambe in legno nero, alla linearità della libreria in metallo fino ad arrivare al tavolo in legno naturale.

La nostra nuova casa in stile scandinavo

Sulla parete tv il progettista ha riproposto il grigio per il colore del muro, che mette in risalto i pensili bianchi della composizione. La combinazione di bianco laccato e legno per i pensili sospesi creano un gioco di geometrie sfasate interessanti ed eleganti. La semplicità dell’arredamento è tipico dello stile scandinavo, dove i pezzi sono sempre pochi ma scelti con cura. Il legno viene riproposto in modo molto particolare nel tavolino di fianco al divano. Dalla forma irregolare e geometrica, questo pezzo d’arredamento unisce materiali e colori presenti nel soggiorno e arreda grazie alla forma inusuale e moderna.

La nostra nuova casa in stile scandinavo

La cucina di Sisto, separata dalla zona living, rispecchia lo stesso stile e gli stessi colori. Infatti ritroviamo le pareti color grigio, i pensili bianchi e arredi dalle finiture nere o in legno. Anche le sedie sono le stesse di quelle nella zona pranzo, così da legare gli ambienti tra loro e creare una continuità nella casa. Le mensole in legno richiamano lo stile scandinavo come la semplicità dello spazio, che permette alla stanza di sembrare molto luminosa anche grazie alla scelta di arredare in modo essenziale e pulito.

Sei curioso di vedere com’è stata sviluppata la zona notte della casa di Sisto? Scoprilo qui! 

 

Hai bisogno aiuto a progettare la tua casa?
Compila il modulo di richiesta e ti aiuteremo noi

07
Mar

Come ottimizzare un bagno piccolo!

Quanti di noi hanno almeno un bagno piccolo in casa? Spesso in case dove ci sono più di un bagno, uno di questi è veramente piccolo e quindi, quando è ora di progettarlo e arredarlo, inizia il panico. Ci starà mai una doccia? Non sembrerà di entrare in un buco? Dove metterò tutti gli asciugamani?
Non temete, abbiamo messo insieme per voi 5 consigli InteriorBe su come sfruttare al meglio uno spazio ristretto per il vostro bagno.

Via la vasca!

Se lo spazio è limitato, assolutamente via la vasca! Tanti di noi adorano avere una vasca da bagno, e non si può dire che non sia piacevole averne una. Ma se il vostro problema è lo spazio, allora bisogna rinunciarci. Il un bagno piccolo una vasca da bagno porta via molto spazio, sia fisico che visivo. Inoltre, le docce sono più versatili quando hai restrizioni di spazio, ovvero, è più facile progettare una doccia su misura per sfruttare un angolo per esempio.

 

La doccia invisibile

Quando si progetta un bagno piccolo, lo scopo è di cercare di creare il minor numero possibile di ostruzioni visive, così da amplificare lo spazio al meglio. La doccia ideale dev’essere una continuazione dello spazio: non è più necessario comprare il classico piatto doccia con il vetro opaco. Ormai è possibile creare la doccia con lo stesso materiale scelto per il pavimento e/o le pareti. Per esempio, questo effetto funziona molto bene con piastrelle di cemento, che si possono utilizzare per terra e anche come piatto doccia. Utilizzando un semplicissimo vetro trasparente come séparée, il vostro bagno sembrerà più spazioso e moderno.

Sanitari sospesi

Scegliete sanitari sospesi invece che quelli più classici. La ragione è molto semplice, i sanitari sospesi sono più leggeri visivamente, occupano meno spazio e quindi illudono l’occhio a pensare che lo spazio sia più largo. I sanitari sospesi sono più moderni come linee e forme, l’ingombro è minore e lasciano più spazio di passaggio.

 

Semplicità

Se dovete arredare un bagno piccolo, la parola chiave è semplicità. È importante non inserire troppi colori, materiali diversi e oggetti superflui come arredamento. Quando si progetta un bagno con spazi ridotti bisogno pensare in stile minimal, less is more. Scegliete un colore o un materiale che sia particolare e puntate solo su quello, il resto tenetelo sobrio e non troppo impegnativo. I colori è meglio se sono chiari, le tonalità scure, soprattuto sui muri tendono a “chiudere” lo spazio e farlo sembrare più piccolo.

Luce e specchi

Infine i trucchi più vecchi del mestiere, ovvero gli specchi e i punti luce. Gli specchi, come sappiamo tutti, sono sempre stati utilizzati per amplificare la percezione dello spazio in qualsiasi stanza, quindi sfruttatelo anche in questo caso! Un bello specchio sopra al lavandino aiuterà ad allargare il vostro bagno.
La luce invece va puntata verso l’alto. Il termine “up-lighting“, ovvero “illuminare verso l’alto” è un trucco che aiuta a far sembrare il soffitto più alto. Scegliete dei faretti dalle linee semplici e puntateli verso il soffitto, l’impressione sarà quella di un bagno più spazioso!

 

Hai bisogno aiuto a progettare il tuo bagno?
Compila il modulo di richiesta e ti aiuteremo noi